Close

Fondata nel 1992 a Firenze, in Italia, Florenradica è un’azienda che produce e fornisce accessori al settore della moda, tra cui molti dei marchi di moda leader mondiali. Nel 2014, è stata defi nita una nuova strategia per l’azienda, con un modello di business incentrato specifi camente sull’utilizzo della stampa 3D per la creazione dei prodotti per i propri clienti. Oggi la stampa 3D è l’unica tecnologia utilizzata internamente per la progettazione e la produzione. Florenradica ha ottenuto un successo incredibile durante questo breve periodo e di recente è stata inserita nella classifi ca delle aziende con la crescita più rapida in Europa dal Financial Times e dal Sole24Ore.

 

Al fi ne di mantenere il vantaggio competitivo e rafforzare la propria capacità di offrire nuovi prodotti ai propri clienti, uno dei principali obiettivi a lungo termine dell’azienda consiste nell’aumentare la sua capacità di innovazione. Nel farlo, garantisce un time-to-market rapidissimo alla sua clientela più illustre.

 

“In Florenradica, il nostro obiettivo è quello di innovare e spingerci oltre i limiti della progettazione e della produzione in tutto il nostro lavoro di sviluppo”, afferma Mauro Baratti, co-proprietario di Florenradica. “Il settore della moda è in continua evoluzione, e le case di moda specifi che con cui lavoriamo richiedono un elevato livello di qualità e uniformità ai prodotti che realizziamo. Grazie al recente investimento nella stampa 3D in tutte le nostre operazioni, siamo in grado di sviluppare questi progetti in un modo che non ha rivali nel nostro settore.”

Miglioramento della Progettazione, dello Sviluppo e della Produzione

Avendo esplorato un gran numero di tecnologie di stampa 3D, Florenradica ha contattato un partner locale di Stratasys, Energy Group, per acquistare una Stratasys J750™, l’unica stampante 3D policromatica multi-materiale al mondo. Utilizzata in modo predominante per la prototipazione avanzata, la J750 aiuta Florenradica a sperimentare dal punto di vista visivo e funzionale le nuove idee di moda dei clienti utilizzando modelli 3D ultrarealistici, consentendo così al team di creare campioni di sviluppo per i clienti che necessitano di modelli specializzati che non è possibile produrre con le tecniche tradizionali. Inoltre, a seconda del tipo di prodotto e del volume, l’azienda sfrutta la tecnologia anche per la produzione interna.

 

“Esistono due modi diversi in cui utilizziamo la stampante 3D J750”, spiega Baratti. “Innanzitutto, produciamo campioni e prototipi di articoli e accessori per la moda. Il grande vantaggio della J750 in questo caso è rappresentato dal tempo di lavorazione notevolmente ridotto nello sviluppo di questi prototipi, rispetto alla nostra stampante 3D desktop precedente, ma, cosa persino più importante, dalla qualità stessa del prototipo in termini di complessità di dettagli e vividezza del colore, nonché dalla gamma diversa di materiali. “D’altra parte, utilizziamo la stampante 3D anche per il nostro lavoro di produzione interno”, continua. “Che si tratti di prodotti personalizzati unici che possono essere realizzati in modo economico solo utilizzando la J750, o di altre parti costruite avvalendoci della stampante 3D per la produzione di volumi da bassi a medi. Ad esempio, di recente abbiamo stampato internamente in 3D, per uno dei nostri marchi di moda, tra 1000 e 1500 bottoni e piccole placchette”, che dal punto di vista economico non sarebbe stato conveniente realizzare con la fabbricazione tradizionale”.

Hands holding a newly 3D printed pebble.
La J750 consente a Florenradica di produrre modelli 3D ultra-realistici per testare facilmente nuove idee di accessori per i clienti.

Funzionalità Aggiuntive per Creare Nuove Opportunità di Business

Nel settore della moda, l’aspetto visivo e quello tattile sono i più importanti nella progettazione di una parte, dato che l’impatto immediato che questa ha sul consumatore è fondamentale per il suo successo. Di conseguenza, i marchi di moda si spingono continuamente oltre, per creare design più sorprendenti in modo da differenziarsi. Secondo Baratti, la capacità di stampare in 3D prototipi e parti finali con opzioni di materiali e colori notevolmente aumentate ha permesso a Florenradica di soddisfare richieste più complesse da parte della case di moda, creando diverse nuove opportunità di business.

 

Baratti spiega: “Dal momento che le stampanti 3D precedenti ponevano limiti relativamente al numero di materiali e alla stampa a colori, abbiamo acquistato la J750 poiché avevamo bisogno di maggiore velocità e flessibilità per produrre i tipi di modelli richiesti. Le capacità policromatiche e multi-materiale, uniche di questa stampante, ci offrono la libertà di cui necessitiamo per presentare nuove idee e progetti con semplicità, dal momento che ora siamo in grado di produrre parti complesse in multi-materiale in una singola stampa, mentre prima la stessa operazione avrebbe richiesto un notevole lavoro di assemblaggio e postelaborazione. Le prime fasi della progettazione e dello sviluppo sono enormemente accelerate, per cui possiamo avere l’approvazione dei concetti di moda dai nostri clienti in maniera più rapida di quanto non accadesse in precedenza. Ciò significa non solo che i nostri clienti sono felici e che possiamo assorbire più progetti, ma disponendo di questa capacità di stampa 3D internamente siamo riusciti ad attrarre nuovi progetti per richieste specializzate di produzione di volumi ridotti. La capacità di ottenere questo livello di progettazione e di produzione con una sola stampante 3D consente un migliore ritorno sull’investimento”.

Gloves holding a 3D printed pebble.

Un Futuro Luminoso

Mentre la tecnologia fornisce vantaggi tangibili al suo processo di sviluppo dei prodotti, il boom del portafoglio degli ordini vede l’azienda determinata a sfruttare questo vantaggio competitivo ed espandere la propria capacità di stampa 3D.

 

“Secondo le nostre stime, dopo l’installazione della J750 abbiamo assistito a un incremento di circa il 25% nelle visite cliente. Ciò include il rafforzamento del nostro servizio ai clienti esistenti e l’aumento dei tassi di ritorno nonché la salvaguardia dei nuovi clienti che desiderano sfruttare le nostre capacità avanzate di progettazione e sviluppo interne. Dopo che i clienti potenziali hanno visto quello che siamo in grado di fare con la J750, sono entusiasti di lavorare con noi”, afferma Baratti. “È per questo che stiamo investendo in una seconda J750 che ci permetta di incrementare ulteriormente la nostra offerta di servizi e di soddisfare la domanda”.

 

Sebbene non vi siano dubbi sul fatto che disporre di questa capacità interna di stampa 3D sia fondamentale per stimolare e mantenere gli attuali volumi di business, avere dei provider di servizi locali in grado di aiutare Florenradica a ottimizzare l’uso della tecnologia è altrettanto essenziale per aiutare l’azienda a raggiungere i suoi obiettivi.

 

Baratti conclude: “Il distributore locale di Stratasys, Energy Group, si è dimostrato un partner affi dabile di grande valore, la cui esperienza ci ha permesso di ottenere il massimo dalla J750 per un’ampia gamma di applicazioni. Man mano che continuiamo a migliorare il suo utilizzo in altre aree del processo di produzione, il supporto e la formazione di alto livello continui di Energy Group saranno importanti per noi”.

Scarica il caso di studio
Scarica