Boston University

Alla Boston University, gli studenti cominciando presto a partorire idee di progettazione complesse, per cui è necessario creare basi valide per l'apprendimento tramite la teoria e l'applicazione. Dopo una valutazione del proprio piano di studi, la facoltà di ingegneria della Boston University si è resa conto che mancava qualcosa. "Offrivamo una buona formazione tecnica teorica", ci ha raccontato Gerry Fine, direttore di EPIC e professore di ingegneria della Boston University. "Ma la nostra offerta in termini di esperienza pratica non era sufficiente". La soluzione consisteva nel creare un corso tecnico pratico e collaborativo che doveva essere seguito da tutti gli studenti entro il secondo anno.

Per ospitare i 450 studenti di ingegneria che frequentavano il corso, la Boston University ha creato l'EPIC (Engineering Product Innovation Center), un centro di 20.000 metri quadrati, con tutte le attrezzature per gestire il costante carico di lavoro, tra cui diverse stampanti 3D FDM e PolyJet. "Al momento ospitiamo un migliaio di studenti all'anno in tutta la struttura. Non si tratta di un progetto ideato e messo da parte, è diventato parte integrante del nostro piano di studi", sottolinea Fine.


Scarica

Kara Mogenson, supervisore di laboratorio in EPIC.

"La stampa 3D consente agli studenti di iterare rapidamente e acquisire le competenze necessarie per prototipare i propri progetti".

Aleks Zosuls, Boston University