Close

University of Texas di Dallas

La riduzione delle 300.000 commozioni cerebrali stimate ogni anno1, subite dagli atleti delle scuole superiori è diventata una priorità per la salute pubblica. Gli atleti perdono coscienza solo nel 10% delle commozioni cerebrali, il che rende difficile rilevarle e aumenta anche il rischio che tali atleti incorrano in lesioni più gravi continuando a giocare con le facoltà ridotte.

Il Biomedical Device Center della University of Texas at Dallas sta lavorando su un sistema che possa essere utilizzato durante gli eventi sportivi, in particolare le gare di football e hockey, per rilevare rapidamente e in modo semplice i cambiamenti nelle funzioni cerebrali. Una parte del sistema si attacca alla testa e al collo dell'atleta e include i sensori per misurare la frequenza, la forza e la direzione degli impatti.


Scarica
The University of Texas at Dallas is 3D printing accelerometers in an effort to reduce concussion injuries in high school athletes.

La University of Texas di Dallas stampa in 3D degli accelerometri nel tentativo di ridurre le commozioni cerebrali negli atleti delle scuole superiori.

"Secondo le nostre previsioni lo studio mostrerà che il dispositivo di classificazione neurale proteggerà gli atleti dagli infortuni, rendendo più sicuri gli sport di contatto".

Dott. Robert Rennaker, direttore del Biomedical Device Center presso la University of Texas di Dallas