Calibri Joe Gibbs Racing

Ogni circuito NASCAR presenta delle sfide uniche. La maggior parte dei percorsi NASCAR è costituita esclusivamente da curve a sinistra e rettilinei, ma esistono alcune eccezioni. Sonoma e Watkins Glen presentano un gran numero di tornanti a sinistra e a destra, che causano una maggiore usura delle trasmissioni e dei freni. Talladega e Daytona sono i circuiti più lunghi del NASCAR, lungo i quali le auto viaggiano alla massima velocità sui rettilinei, mettendo i motori a rischio di surriscaldamento.

Per adattare le auto alle sfide specifiche di ogni gara, i team NASCAR spesso sono costretti a modificare le loro vetture ogni settimana. Queste in genere tornano dalle gare il lunedì e vengono rispedite il giovedì, per cui gli ingegneri hanno solo tre giorni per ricevere il feedback dai piloti e quindi creare, testare e montare le parti nuove sulla vettura. Il processo raramente soddisfa il team quando si ricorre alla fabbricazione tradizionale, ed è questo il motivo per il quale Joe Gibbs Racing (JGR) utilizza la stampa 3D.


Scarica
Kyle Busch wins Sonoma in JGR’s No. 18 M&M’s Crispy Toyota.

Kyle Busch vince a Sonoma a bordo della vettura n. 18 M&M’s Crispy Toyota di JGR.

"Abbiamo progettato un cruscotto modulare con lo spazio per un inserimento stampato in 3D che rende possibile fornire qualsiasi strumento necessario per ottenere un vantaggio per la prossima corsa".

Brian Levy, Joe Gibbs Racing