Unilever

L'odierno mercato globale ha creato una varietà di sfide per i marchi consumer. Prodotti il cui aspetto restava immutato per molti anni potrebbero ora essere in uno stato di continua evoluzione. Lo sviluppo in corso a livello di design dei prodotti può richiedere molto tempo ed essere un'attività costosa per le aziende, in virtù della scala e dei processi interessati. Per questo la divisione italiana del gigante internazionale dei prodotti di largo consumo Unilever ha investito nella stampa 3D per realizzare stampi a iniezione, stampi a soffiaggio e stampi per termoformatura (vuoto) per accelerare il processo di sviluppo di prototipi e parti, senza la necessità delle attrezzature di produzione tradizionali.


Download
A 3D printed injection mold for a Domestos-brand toilet rim block

Stampo a iniezione stampato in 3D per deodorante per WC Domestos.

"Realizzando in 3D gli stampi a iniezione con l'ABS Digitale possiamo conseguire l'alto livello di qualità caratteristico dei precedenti prototipi realizzati nel modo convenzionale, assicurando al contempo la resistenza alle alte temperature e pressioni della macchina di stampaggio a iniezione".

Stefano Cademartiri, R&D, specialista CAP e prototipazione in Unilever