Nemours

Quando Megan Lavelle ha visto il dispositivo per la prima volta, si è resa conto che avrebbe cambiato la vita di sua figlia. Megal Lavelle è una donna instancabile e piena di energia la cui figlia più piccola, Emma, è nata affetta da artrogriposi multipla congenita (AMC). Megal Lavelle ha assistito alla conferenza di Filadelfia dedicata alle famiglie con malati di AMC, dove è venuta a conoscenza del dispositivo WREX, l'esoscheletro robotizzato Wilmington, composto da barre metalliche con cerniera e supporti di resistenza. Questo dispositivo consente ai bambini con braccia sottosviluppate di giocare, alimentarsi e abbracciare i propri cari.

L'AMC è una patologia non progressiva che causa rigidezza delle giunture e sottosviluppo della muscolatura. Emma è nata con le gambe piegate dietro le orecchie e le spalle incassate. "Riusciva solo a muovere il pollice", racconta Megan Lavelle. È stata subito sottoposta a intervento chirurgico e ingessata ed è stata poi costantemente seguita dai genitori.


Download
A custom 3D-printed version of the Wilmington Robotic Exoskeleton (WREX) empowers little Emma to use her arms despite arthrogryposis.

Questo dispositivo ortopedico personalizzato consente a Emma di mangiare da sola, colorare e abbracciare.

"Fare parte di quel piccolo momento speciale per qualcun altro non è di aiuto ma arriva diritto al cuore".

Whitney Sample, ingegnere dei progetti di ricerca