Torna ai risultati della ricerca La stampa 3D aiuta Thermos ad essere un leader nel settore

Thermos

La stampa 3D aiuta la grande azienda a restare sulla cresta dell'onda

"Possiamo realizzare tutti i prototipi di cui abbiamo bisogno per conseguire i nostri obiettivi di progettazione".
— Shin Matsuyama, Thermos K.K.

Shin Matsuyama

Prestazioni ermetiche

Fondata nel 1904, Thermos Company è un noto produttore di contenitori per cibi e bevande. Oltre ai mitici contenitori per tenere il caffè in caldo, la Thermos produce contenitori portapranzo per bambini ed altri prodotti di largo consumo. Il rinomato marchio di prodotti per la casa innova costantemente, aggiungendo nuovi prodotti all'elenco già notevole dei suoi successi che vanno dal barattolo sottovuoto per alimenti alla bottiglia per uso personale e alla bottiglia in titanio ultra-portatile.

"Pensiamo sempre allo sviluppo di nuovi prodotti come alla creazione di cose che possano cambiare li stile di vita delle persone", dice Shin Matsuyama, direttore R&D in Thermos K.K. In passato bevande calde e fredde sono sempre state gestite con contenitori ingombranti come grosse caraffe con il ghiaccio o grandi contenitori riscaldati. Oggi siamo ormai tutti abituati alla presenza di contenitori per il consumo personale. Matsuyama definisce questo cambiamento culturale "portabilità rivoluzionaria" e il suo obiettivo è spingerla oltre producendo prodotti sempre migliori. L'anno scorso i clienti hanno mostrato di approvare questa scelta acquistando tre milioni di tazze Thermos.

Un design migliore, più rapido e meno costoso

Takahiro Maruyama

Usare un prodotto Thermos implica toccarlo. I clienti della Thermos maneggiano moltissimo i loro prodotti: li tengono in mano, li portano alla bocca... dunque l'aspetto, la sensazione al tatto e l'ergonomia di questi prodotti sono di importanza vitale. Per innovare questi prodotti ci vogliono molte iterazioni fisiche del design e il team di Matsuyama deve essere in grado di creare i prototipi rapidamente e con facilità. Ecco perché l'avanguardistica struttura di ricerca e sviluppo della Thermos K.K. di Niigata, in Giappone, comprende due tecnologie di stampa 3D Stratasys®.

Nel 2006 il team di Matsuyama ha portato la tecnologia FDM® in azienda e i progettisti sono passati all'utilizzo di un'avanzata piattaforma ingegneristica che utilizza un CAD in 3D di grande qualità. Il team ha scelto una stampante 3D Dimension®per la sua capacità di creare modelli di dimensioni relativamente grandi con termoplastiche robuste. Secondo Matsuyama, la tecnologia offre anche un'eccellente convenienza:

da quando Thermos ha adottato la stampa 3D, il team di Matsuyama costruisce prototipi più rapidamente a ad un costo minore. In precedenza, l'affidamento della costruzione di un tipico prototipo ad un soggetto esterno richiedeva dai tre ai cinque giorni. "Ma oggi siamo in grado di farli internamente e otteniamo un prototipo nel giro di poche ore. Se è un pezzo piccolo, bastano addirittura alcuni minuti", aggiunge Matsuyama. E per la Thermos costruire un prototipo internamente costa solo un quinto di quanto costava affidarlo a terzi. "Con la stampa 3D paghiamo principalmente i materiali e poi non c'è altro", spiega.

Prodotto finale e un modello stampato in 3D

Oltre a migliorare velocità e costi, la stampa 3D aiuta la Thermos a fare prodotti migliori. "Possiamo realizzare tutti i prototipi di cui abbiamo bisogno fino a che non raggiungiamo l'obiettivo del nostro progetto". Abbiamo potuto ottimizzare la chiusura del tappo e il sistema di versamento delle nostre tazze best-seller", afferma l'ingegnere responsabile della funzione Ricerca e Sviluppo, Takahiro Maruyama.

Rispetto ai metodi convenzionali, la stampa 3D crea prototipi con un maggior numero di aspetti del prodotto finito. "Un aspetto difficile della lavorazione a macchina tradizionale è la realizzazione della filettatura del cilindro interno della tazza, ma la Dimension lo produce senza problemi", dichiara Maruyama. "Non abbiamo che da inviare i dati STL alla stampante e premere il tasto Start. Anche un giovane ingegnere con poca esperienza è in grado di fare prototipi senza doversi studiare un manuale d'uso di mille pagine."

Dopo aver visto i vantaggi della stampa 3D, il team di progettisti di Matsuyama nel 2008 ha ampliato la propria produttività aggiungendo una seconda stampante 3D Dimension e poi adottando, nel 2012, la tecnologia PolyJetTM con una stampante 3D Objet260 ConnexTM. La stampa 3D Polyet ha permesso al gruppo di ottenere modelli levigati e dettagliati in più materiali. Dalla stampante 3D può uscire un prototipo incredibile, con una serie di elementi trasparenti e in simil-gomma che possono essere testati per la tenuta ai liquidi e al gas. Insieme, le sue tecnologie di stampa 3D ottimizzano l'esame del progetto e snelliscono le fasi di sviluppo, le prove di qualità e addirittura la produzione, per la quale la Thermos usa strumenti FDM personalizzati costruiti internamente.

I consumatori sono sempre alla ricerca di prodotti nuovi e sorprendenti e Thermos cerca di rispondere con una maggiore leggerezza e praticità e un più facile sistema di versamento. La stampa 3D offre all'azienda l'agilità necessaria per innovare rapidamente l'offerta e mantenere la leadership nel proprio settore.

Stratasys Ltd. © 2015. All rights reserved. See stratasys.com/legal for trademark information.